Un passo nel vuoto

Come passare dal non scrivere per due mesi allo scrivere quasi tutti i giorni?A questo punto credo la sessione universitaria fosse solo una scusa della mia mente per mascherare il classico 'blocco dello scrittore', non che io possa definirmi scrittrice. Allora direi che approfitto dell'onda di ispirazione finché c'è (e finché il prossimo esame è... Continue Reading →

Tum-tum-tum

Che cos'è il cuore? È un organo, una pompa muscolare senza il quale non potremmo vivere, senza il quale il sangue non arriverebbe a tutti gli altri organi. Il cervello non funzionerebbe senza di lui, lo stomaco, il fegato, i reni, ogni altro muscolo. Con il suo semplice battere dona vita a tutto il corpo.... Continue Reading →

Mi piace la semplicità

Lo so, sono sparita. Sono quasi due mesi che non scrivo più e ancora non l'ho fatto in questo nuovo anno. Purtroppo la sessione mi sta tenendo davvero impegnata e il tempo per scrivere, tra le tante altre cose, è poco.Tornerò presto, promesso, con anche nuovi progetti da sviluppare in questo 2020. Intanto volevo, però,... Continue Reading →

Riflessioni mentre studio (o al posto di studiare)

(Sì, è esattamente uno di quei momenti in cui dovrei studiare e invece mi perdo in riflessioni esistenziali). Stavo studiando per l'ennesima volta la fisiologia del rene e mi è venuta in mente (non chiedetemi perché proprio studiando questo argomento) una domanda così banale, ma allo stesso tempo spiazzante, a cui fatico a dare una... Continue Reading →

Un anno dopo

È passato esattamente un anno dall'annuncio dell'apertura del blog, dal primo articolo pubblicato.Un'idea nata dal niente in un momento in cui sentivo che avevo bisogno di scrivere, che mettere le parole nero su bianco mi avrebbe aiutato non solo a fare chiarezza in me stessa ma anche ad esprimermi per come sono davvero.Ho sempre considerato... Continue Reading →

La mia storia di cambiamento

(ho deciso di riusare questa foto perché questo articolo è connesso con Confessione di una Fenice) È da tempo che penso di scrivere questo articolo. Una parte di me diceva che era meglio non farlo, non perché abbia paura dei giudizi altrui, ma perché non ho mai parlato di qualcosa di mio veramente personale, a... Continue Reading →

Last day of June

Dopo Outer Wilds nell'ultima puntata di 'Consumatori di Storie' (se ve lo siete perso lo trovate qui), oggi vorrei portarvi un altro videogioco, prodotto dalla Ovosonico, uno studio indipendente italiano. (attenzione: c'è una sezione spoiler intermedia che è però ben segnalata) Last day of June è una magnifica avventura grafica che, attraverso i suoi caldi... Continue Reading →

Il fenomeno degli haters

In un mondo in cui l'uso di internet e dei social è sempre più preponderante, nascono anche nuovi modi di comunicare con le altre persone. In un tempo in cui le relazioni sono 'consumate' attraverso chat, reactions, like e visualizzazioni, come possiamo stupirci che si sia creato anche un nuovo modo di esprimere le proprie... Continue Reading →

Non lo vedi che siamo simili? – Parte due

Emma è una ragazza qualsiasi che, insieme a molte altre persone qualsiasi, nuota in una piscina qualsiasi di una città qualsiasi. Una bracciata dopo l'altra sfoga le angosce e le delusioni delle ultime settimane. Il nuoto è sempre stato così per lei, una valvola di sfogo in cui ogni bracciata, ogni crampo alla centesima vasca... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: